Tutti i testi di Altroquando – Sto bene (2020)

Altroquando - Sto bene EP 2020 | testi rap in italiano
Altroquando – Sto bene (2020)

Back in the dayz

Quando ero un bambino abitavo in un quartiere
Via Artanavaz Aosta ovest non proprio un bel vedere
Tra ragazzi del cortile ce le davamo giù
Più spesso le prendevo non ne potevo più
Alla scuola elementare mi dicevano le suore
Prega il buon Gesù lo sai che poi si muore
cazzo vi ringrazio per la dose di coraggio
Per sfogarci almeno noi giocavamo a calcio
Ma forse il mio talento era troppo raro
In ogni caso posizione centro panchinaro
diciamo che di certo non rischiavo il collasso
Alle medie preso male ero troppo basso
Poi cos’è successo quello alto della classe
Un giorno ha messo play e cos’è uscito dalle casse
Qualcosa di nuovo mi sentivo strano
Una musica potente rimata in italiano
Ma ti ricordi quanti ricordi
back in the dayz ti dico back in the dayz
ma ti ricordi quanti ricordi
li rivedo come un clip con le immagini al replay
In casa la famiglia non stava troppo male
mio padre sempre zitto mia madre sempre a urlare
mi sentivo giù non capivo cosa fosse
ascoltavo sangue misto e novantanove posse
la musica era l'unica mia cura
ma la vita continuava a far paura
stare nella valle non mi piaceva proprio
le montagne intorno me le sentivo addosso
non sapevo cosa fare né dove andare
non ci crederai ho provato anche a studiare
ma l'università non era quella la mia strada
ma la musica no non l'avevo abbandonata
se ne stava con me per tutto il santo giorno
in camera in cucina in bagno ed in soggiorno
e i miei coinquilini che volevano studiare
ma porca troia Sago ti decidi ad abbassare
Il casino che facevo ce l'avevo dentro
ma rima dopo rima l'ho messo in ogni testo
Sofia Non ho Aosta nel tramonto
ne ho scritti così tanti che nemmeno tengo il conto
ho registrato tutto c'ho buttato tanto fiato
ma facevo pure freestyle il rap improvvisato
da dentro di me sentivo scorrere il flow
sto bene sul beat nella vita non so
disada… disada… qualcuno la sa
disadattato cioè una forma di libertà
perché oggi dopo tanto non sono cambiato
semplicemente so chi sono sempre stato
chiamalo percorso o viaggio dell'eroe
siamo qui per scoprire il nostro mondo interiore
se tu senti quella spinta qualcosa che ti brucia
fallo cazzo e poi abbi fiducia
Se sono ancora qui a cantarti tutto questo
è che ho scelto il mio destino o forse è lui che mi ha scelto
non sapevo bene dove e nemmeno come
ma mi son buttato e poi c'ho messo le parole

Sto bene

Toglietemi tutto ma non il mio Breil te la ricordi?
toglietemi tutto si ma non i miei ricordi
e se guardo indietro è perché non vado avanti
è tutto troppo buio e triste e noi distanti
feriti abbiam la testa piena di traumi
abbiam preso troppe botte e siamo tristi come clown
i miei occhi ti guardano ti scavano dentro
ti sento cazzo anche più di quel che immagini
non hai nemmeno idea si ci son passato anch'io
e non torno sui miei passi voglio solo andare avanti
anche se non oso lasciare questo suolo
affezionato a tutto questo e so che non è Rio
niente carnevale so solo stare male
amare è amaro ma come Averna scalda il cuore
sto dentro sta caverna buia e senza uscita
ma l'uomo pipistrello è buono e me l'affitta
sto bene…
Io sto bene toglietemi tutto si ma non le mie catene
sto bene costretto sto bene chiuso dentro
a stretto contatto con le mie visioni
ho dentro quel che serve tutte quante le emozioni
tipo tavolozza da pittore tipo Crozza con l'imitazione
cambio faccia cambio l'espressione
c'ho i poteri esp e sposto cose col pensiero
esposto tipo l'osso ad ogni costo qua si fa sul serio
bianco ma da sempre so che sono nero
guarda bene i lineamenti ma come ti lamenti
non ho tempo per i cambiamenti né per i traslochi
guardami negli occhi non ho tempo per i giochi
dov'eri tu mentre dov'ero io tutto dovuto
prima il dovere ma dov'ero io non mi è mai piaciuto
e oggi sto bene dove voglio stare
e quindi lascia stare

Storia di una canzone

C'era una volta una canzone Hip Hop
se ne stava tutta sola sul solito desktop
restò lì in bella mostra era solo un testo
ma dentro le parole c'era vita oltre che senso
il significato le stava un pochino stretto
ma si sentiva pronta si sentiva il ritmo dentro
aveva voglia d'incontrare note e percussioni
e d'andare in giro con altri testi e canzoni
aveva voglia di incontrare altre voci un ritornello
e poi di scorrere via proprio come un ruscello
aveva voglia di esistere di essere ammirata
la canzone è femminile non esiste se non è ascoltata
non ce la fa chiusa in casa sul computer
non voleva stare la tra le cose incompiute
bastava giusto un click un solo pensiero
ma lui non ci pensò lo dico davvero
La canzone stava lì cercava di farsi notare
lanciava segnali per farsi liberare
aveva cose da dire cose da fare
una canzone per vivere deve potere viaggiare
può prendere un nastro un disco una chiavetta
o una connessione il mezzo più veloce quando hai fretta
può aspettare alla fermata dentro un sito alla stazione
ma si sente sola se non ha una visualizzazione
la canzone disperata non sapeva cosa fare
forse il suo creatore non voleva farla andare
ma che vita è tipo gatto d'appartamento
che vive per mangiare e mangia come passatempo
allora la canzone fece quello che poteva
presto si nascose fece finta che non c'era
il suo padrone proprio allora la cercò
ma lei non c'era più su quel dannato desktop
Il suo padrone lo scrittore quel distratto
la cercava dappertutto chiese pure al gatto
ma quello lo guardava sonnecchiando
il padrone stava male stava diventando matto
provò pure a ricordarne le prime parole
adesso gli sembrava la sua canzone migliore
quella dove aveva detto tutto con semplicità
quella che sarebbe uscita dalla sua città
quella giusta che gli avrebbe dato l'occasione
per uscire per viaggiare per farsi presto un nome
quella che gli avrebbe dato fama e successo
ma cristo dove sei ma come cazzo è successo
cercò nelle cartelle e pure in tutti i file
non ricordava più ma com'è che fai
e proprio in quel momento la vide che festa
l'aprì con gioia e la canzone era proprio questa

Problemi di cuore

Fatemi l'elettrocardiogramma
per sto cazzo di dramma ho perso la calma
il cuore mi batte fuori tempo aritmia
davvero non capisco perché non sei più mia
mi hai lasciato da solo nell'atrio
ma dentro il ventricolo mi sento ridicolo
tipo soffio al cuore mi metti sotto stress
pedalo ma dove vado se non ci sei te
troppo occupato stavo troppo male
per capire quanto male stavi tu (tu tum tu tum)
e tutti mi consigliano chiudi il capitolo
volta la pagina ma il cuore mi sanguina
e pensavo che tanto non mi fregava niente
ma il cuore mi fa male e la mente non ci sente
ma dimmi perché deve finire così
ok stacca la spina ci siamo (biiiiiiiiip)
Cuore matto come Little Tony
tu chiamale se vuoi delusioni
abbiamo parlato si abbiamo discusso
ma il cuore non si apre nemmeno se busso
ti sei raffreddata come la cena sul tavolo
dovevo aspettarmelo vattene al diavolo
non siamo gli stessi per più di due minuti
amanti poi amici e alla fine sconosciuti
M'hai bucato l'organo e non quello che suona
mi vesto da prete e mi faccio una suora
sorry sister non per insistere
ma ho il cuore che sbatte si extra sistole
batte così forte che non riesco a dormire
mi manca quella pelle così liscia da stringere
appiccicato a te il cuore si calmava un po'
ma tu non ci sei e a me resta l'Hip Hop
giro con la faccia lunga e gli occhi più spenti
penso alla musica Altroquando e 20 20
ma niente brilla più niente ha più senso
davvero non vorrei ma cazzo se ti penso
cerco di starci un po' dentro
tiro avanti esco e rientro esco e rientro
routine routine che mi calma un pochino
io non mangio però do da mangiare al gattino
Cuore matto come Little Tony
tu chiamale se vuoi delusioni
abbiamo parlato si abbiamo discusso
ma il cuore non si apre nemmeno se busso
ti sei raffreddata come la cena sul tavolo
dovevo aspettarmelo vattene al diavolo
non siamo gli stessi per più di due minuti
amanti poi amici e alla fine sconosciuti

E io pago

Da vent'anni sulla scena sono Sago
forse non te n'eri accorto ma non m'hanno ancora rottamato
cara Saxo le ho fatto l'ultima carezza
e me la giro più incazzato ammaccato e senza parabrezza
ma che vita veloce ho la vita difficile
tra scadenze e bollette vorrei essere felice
ma pago il bollo e l'assicurazione
quando poi devo pagare pure la rottamazione
e pago la SIAE che magari i diritti
e pago Spotify che magari gli amici
sì ti ascolteranno tipo senti sago che botta
poi mi sono svegliato avevo preso una storta
e guarda che ho talento questo sì lo so per certo
ma la gente non ha tempo meglio l'intrattenimento
ehi ma perché per ogni sogno importante
pago tanto profumato che manco il deodorante
Sa sa sa e io pago
bla bla bla e io pago
dai dai dai e io pago
sono sago ma mo' m'incazzo
Sa sa sa e io pago
bla bla bla e io pago
dai dai dai e io pago
ma mo' m'incazzo ma quando incasso
Voglio fare l'amico voglio fare l'altruista
ma trovo solo gente appiccicosa ed arrivista
o gente snob che se la tira ma mettetevi in fila
non farete la metà di quel che ho fatto in questa vita
ti dico Valle in Rima Altroquando Stunky Funky
e 20/20 e Princìpi e Dysadattati
spacco da sempre anche oltre l'orticello
ho suonato coi tamburi con le bionde e con il violoncello
è dai '90 che organizzo metto insieme
come un contadino io coltivo pianto un seme
porto l'hip hop in piazza e nei vicoli il freestyle
porto i dischi nei locali e le jam su giornali e radio rai
ma ho trovato gente chiusa stufa
che piuttosto che un aiuto in silenzio sai ti gufa
poca gente riconosce molta gente è rosicona
io pago pago pago ma sta vita non funziona
Io pago metto in movimento metto in contatto
ho mille contatti ma pochi contanti
ho contato mille situazioni dove c'ho rimesso
ma rifarei lo stesso… ho scommesso
su giovani talenti che si bruciano in fretta
ma io sono ancora qua tu vuoi che smetta aspetta
c'ho le palle di ferro e la pelle di cuoio
m'arrenderò solo quando muoio
cantine taverne magazzini garage
ho condiviso spazi scazzi ménage a trois
da sempre in cerca della formula giusta
non mi sono mai arreso ma ricordo…
Gatto Busta i Cavalieri Posse Dusty e Skaa
gli Highlander e Kidd Jack e dj Knight
ma io sono ancora qua col mio socio di allora
bella Sambo siamo troppo vecchia scuola
Sago io sono generoso
e oso perché sono esagerato
e pago anche tutto da solo
coraggioso perché non m'hanno incoraggiato

Non piangere

Quando ci vediamo nel cortile mi saluti
ti vedo crescere ogni giorno che dio ci aiuti
a volte la mancanza toglie il fiato
ma stai crescendo e presto tutto questo sarà passato
gridalo buttalo fuori tutto il dolore
tutto quello che anche noi abbiamo nel cuore
fallo per noi che non troviamo le parole
grida e non temere che domani torna il sole
e ci vedremo ancora tu con le gambe lunghe
io con la bici nella porta che si chiude
ti sento attraverso il muro della stanza
ti difendi dalle regole che vorrebbe mamma
discuti argomenti come gli avvocati
un giorno farai girare la testa a tutti quanti
ma se ora di giorno fai la capricciosa
a volte di notte succede quella cosa
Non piangere…
Come un brivido che sale lungo i muri del palazzo
c'è qualcuno che grida e grida forte come un pazzo
ma noi sappiamo e il cuore si restringe
ancora non lo sai che da grandi si finge
ancora non lo sai e tiri fuori tutto
sembra solo un sogno ma un sogno molto brutto
quando gridi tutti ti sentiamo forte
perché da bambina hai conosciuto già la morte
e non si muove lui che sbatte le porte
ne quella che passa l'aspiratutto cento volte
ne quello che mette musica a tutto volume
quando gridi abbiamo tutti qualcosa in comune
mi dispiace ma è giusto così devi gridare
buttare fuori tutto per tornare a respirare
non tenerti niente dentro butta tutto fuori
noi siamo abituati e riprendiamo coi rumori
Non piangere…
Non piangere su lo so quant'è difficile
non piangere ti sento e mi dispiace
non piangere perché non c'è più limite
ti sento e spero che presto torni la pace

Faccio Rap

Ti ricordi di stordito io da bambino
ascoltavo e capivo però stavo zitto
capivo e sentivo magari anche troppo
un groppo in gola nei giorni di scuola
era pesante e non capivo perché
ringrazio ogni giorno di essere me
rapper qui nel cortile partite di calcio
ho capito chi sono e ringrazio
lezioni di vita esco dall'Ita
e ritorno per dare alla comunità
ma la gente non sa io non giro su insta
davvero mi chiedo ma cosa vi da
visibilità io sento solo un vuoto
sei tanto solo come un buco nero
già dall'espressione depressione
linguaggio linciaggio esecuzione branco
sembra un plotone sì ma dì militari
ma porca puttana sti cellulari
ma chi ve li ha comprati
e poi parlate di affari come state combinati
e copiate le parole biff snitch
non sapete state in rete quanti anni avete bitch
ho la roba più truce in giro con le babbucce
fatte a mano da mia nonna che cuce
Faccio rap ma senza gli occhiali
faccio frista sulle strumentali
non è male è un rimedio a tutti i mali
dalla valle parto e arrivo fino in Mali
a piedi sulle Adidas la di da di
porto in giro dischi microfoni e due piatti
we like the party tra tanti latitanti
Altroquando tu sai dove trovarci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi